In un movimento in continua crescita, con un trend più che positivo in termini di espansione sul territorio nazionale, è normale che anche lo staff che ne cura gli aspetti vitali (oserei dire, quotidiani) accresca quelle che sono le proprie possibilità in termini organizzativi e manageriali.

Pertanto, alla vigilia dell'evento principale della stagione 2016/2017, l'Associazione Italiana Quidditch ha già provveduto ad annunciare quella che sarà la squadra di responsabili che avrà il compito di allestire il calendario della prossima stagione e tutto il parco eventi attraverso cui il quidditch italiano viene promosso e pubblicizzato.

Ma, in concreto, cosa cambierà e cosa è già cambiato?

Partendo dal lato delle competenze, prendiamo in esame la nascita del nuovo Reparto Eventi Promozionali.
Questa nuova finestra, nell'organigramma dell'AIQ, nasce dall'esigenza di migliorare quella che è l'attività promozionale del quidditch italiano attraverso la previsione, l'organizzazione e la concreta realizzazione di eventi promozionali esterni a quello che è il calendario agonistico ufficiale.

Le molte realtà di cui si compone il movimento italiano spesso pongono in essere attività locali come quidditch day, partecipazioni ad aventi a tema e tornei amichevoli; attività estremamente importanti per lo sviluppo sul territorio della pratica sportiva del quidditch, meritevoli sì di interesse, ma anche di una certa continuità ed armonizzazione, al fine di evitare che quelli che sono attimi di vita importantissimi per questa comunità finiscano per accavallarsi e/o perdersi nell'anonimato.

Compito fondamentale del Reparto Eventi Promozionali sarà di dare risalto alle singole iniziative locali, calendarizzarle, ordinarle e, perché no, concretamente coadiuvare le singole squadre nella realizzazione delle stesse, nonché di organizzarne ex novo in nome e per conto dell'AIQ.

Insomma: l'appoggio che ciascuna formazione, nuova o esperta che sia, si aspetta dall'ente sportivo di riferimento nazionale.

Dal punto di vista, invece, del calendario agonistico ufficiale, sono state annunciate nuove sfide come l'Italian EQC Qualifier, riservato alle squadre che abbiano conquistato un posto sul podio del rispettivo Girone, valevole per l'attribuzione di uno o più posti (a seconda del grado di sviluppo raggiunto, anno per anno, dal panorama nazionale) per l'European Quidditch Cup.

Come per ogni altro evento targato AIQ, anche per l'Italian EQC Qualifier sarà necessaria una location adatta ad ospitare non solo la competizione in sé, bensì tutto il carico di incombenze che fanno da contorno al lato prettamente sportivo.

Sarà ancora possibile per le squadre "candidare" la propria città o altre realtà cittadine?
La risposta, in questo caso, è no, per una questione abbastanza semplice: il sistema delle candidature, così come è stato strutturato in passato, purtroppo, non ha fornito i risultati attesi e, per far fronte alla necessità inderogabile di soluzioni organizzative all'altezza degli sforzi che ciascun atleta compie in nome di questo sport, si è scelto di instaurare un sistema semplificato, che riporti la competenza ad organizzare gli eventi in capo all'AIQ, riconoscendo alle singole squadre, gruppi di squadre o singoli soci, però, la possibilità di proporre iniziative.

La differenza è sottile ma fondamentale: in un sistema di candidature, se la squadra/gruppo di squadre/socio X avesse candidato il Comune di Y per ospitare un evento ufficiale AIQ, presentando tutta una serie di garanzie, in assenza di altre candidature/candidature inadeguate, otteneva automaticamente dall'AIQ l'incarico di organizzare l'evento.
Oggi, invece, al fine di evitare che una sola candidatura, presentata nel silenzio delle altre realtà locali, vincoli l'Associazione all'organizzazione di un evento per cui, è giusto ricordare, questa risponde con il proprio patrimonio e con la propria immagine, è sì possibile proporre delle location per gli eventi ma, dopo averne studiato la concreta fattibilità, sarà l'AIQ ad avere l'ultima parola, potendo non tener conto della proposta che non reputi adeguata.

Il Reparto Eventi è stato ampliato con nuovi collaboratori e nuove figure cariche di entusiasmo e competenti nel proprio campo, il tutto al fine di garantire ad ogni atleta la possibilità di divertirsi e partecipare ad ogni evento ufficiale e/o promozionale in modo sereno e spensierato.

Lo staff è già al lavoro per poter rendere pubblico tutte le location e date degli eventi ufficiali della stagione 2017/2018 già in occasione della premiazione della Coppa Italiana Quidditch 2017 a Brindisi, così da poter affrontare una nuova stagione con date e sedi certe.

Buon quidditch a tutt* voi!